Regole

Regole e orari della vita quotidiana

Nella struttura la giornata tipo inizia alle ore 7.00 circa e termina alle ore 21.00/21.30 secondo il programma delle attività. La ristorazione è di norma così articolata:

colazione dalle ore 08.00 alle 09.30 pranzo alle ore 12.30 circa merenda alle ore 16.00 cena alle ore 19.30 circa

Agli ospiti viene assicurata una normale vita di relazione in base alle varie propensioni e desideri, organizzando anche le attività in maniera tale da permettere, nei limiti strutturali, la predisposizione delle migliori condizioni relazionali possibili, rendendo l’ospite protagonista della propria giornata, pur nel reciproco rispetto delle persone e nella valorizzazione dell’individualità.

L’ospite si impegna a:

  • osservare le regole di igiene dell’ambiente e della persona, secondo le prescrizioni ed il calendario predisposto;
  • mantenere in buono stato l’alloggio e gli spazi comuni, le strutture, gli arredi e gli impianti che vi si trovano installati. Si impegna, altresì, a garantire la corretta utilizzazione degli stessi in relazione alle proprie capacità psico – fisiche;
  • consentire al personale di servizio o a qualsiasi altra persona incaricata dall’Ente di accedere nell’alloggio per provvedere alla pulizia, controlli e riparazioni;
  • risarcire l’Ente di eventuali danni arrecati per propria incuria e trascuratezza;
  • far uso di un abbigliamento decente e decoroso;
  • rispettare le normali regole di convivenza ed ogni altra norma che l’Ente emanerà e che sarà opportunamente portata a conoscenza degli ospiti.

E’ fatto divieto agli ospiti di introdurre all’interno della struttura bevande alcoliche e stupefacenti, animali ed apparecchi elettrici per il riscaldamento compresi termocoperte, fornelli e ferri da stiro.

L’Ente declina, invece, ogni responsabilità per i valori in beni e denaro conservati personalmente nelle stanze dagli ospiti.

Diritti degli ospiti

  • Diritto al rispetto della persona
    L’ospite ha diritto a essere curato e assistito nel pieno rispetto della dignità della sua persona e delle proprie convinzioni filosofiche e religiose.
  • Diritto all’informazione
    L’ospite ha diritto a conoscere dettagliatamente ogni informazione riguardante il proprio stato di salute ed il proprio piano di assistenza. E’ impegno del Coordinatore informare l’ospite su ogni aspetto organizzativo che lo riguardi e facilitare la conoscenza del personale in servizio.
  • Diritto alla riservatezza
    L’ospite ha diritto alla massima riservatezza in merito alle notizie cliniche riguardanti la sua salute e alla tutela dei dati sensibili.
  • Diritto alla libertà di movimento
    L’ospite è libero di uscire dalla struttura.
  • Diritto alla partecipazione e alla rappresentanza
    L’ospite ha diritto a proporre suggerimenti in merito all’organizzazione della struttura. L’ospite o i familiari collaborano con il Coordinatore della struttura per evidenziare eventuali problematiche e proporre soluzioni innovative e di miglioramento.

Visite di parenti ed amici

Sono ammesse le visite di parenti ed amici al di fuori delle ore del riposo, delle pulizie e dei pasti.

Sono, altresì, promosse ed agevolate tutte le forme di coinvolgimento dei familiari e di persone esterne, al fine di mantenere l’anziano il più possibile integrato con l’ambiente esterno.

E’ opportuno, tuttavia, che tali visite non siano d’ostacolo alle attività giornaliere e che non arrechino disturbo alla tranquillità ed al riposo degli altri anziani ospiti.

E’ fatto divieto ai visitatori di accedere agli spazi adibiti a cucina e guardaroba e di consegnare agli ospiti alcolici, farmaci e cibo facilmente deperibile.

Gli ospiti godono di piena libertà di entrata e uscita con il solo obbligo di comunicare l’orario di rientro.

Retta

E’ richiesto il pagamento anticipato della retta.